Ministero per i Beni e le Attivita' Culturali-Direzione generale archivi

 
Servizio Archivistico Nazionale
 

Rete degli archivi 'per non dimenticare'

 
cerca nel portale
 

Paolo Emanuele Borsellino (1940 - 1992)

 
 
 

Nato a Palermo il 19 gennaio 1940. Procuratore aggiunto presso la Procura della Repubblica di Palermo.

Paolo Borsellino a ventitré anni vince il concorso in magistratura. Svolge funzioni di giudice civile al tribunale di Enna e, quindi, di pretore prima a Mazara del Vallo e successivamente a Monreale. Il 21 marzo 1975 viene trasferito al tribunale di Palermo e poco più tardi entra a far parte dell'Ufficio istruzione ove presta servizio anche Rocco Chinnici. L'incontro con Chinnici è importantissimo nella vita di Paolo. Come racconta Rita Borsellino: «In Chinnici, Paolo trova la figura paterna che aveva perso quando era giovane». Quando Chinnici assume la guida dell'Ufficio istruzione di Palermo, il contrasto di Cosa nostra comincia ad avvenire con metodi nuovi e più efficaci: mediante la condivisione delle informazioni tra i diversi magistrati inquirenti e mediante una rafforzata attenzione all'aspetto del potere economico delle cosche, appalti e conti correnti bancari. Grazie al lavoro di gruppo, la mafia non sembra più un fenomeno invincibile. Che la strada sia quella giusta lo dimostra la sua feroce reazione.

Ucciso il 19 luglio 1992.