Ministero dei beni e delle attivita' culturali e del turismo-Direzione generale archivi

 
Servizio Archivistico Nazionale
 

Rete degli archivi 'per non dimenticare'

 
cerca nel portale
 

Antonio Ammaturo (1925 - 1982)

 
 
 

Nato a Contrada (AV) l'11 gennaio 1925. Vicequestore.

Laureato in giurisprudenza, entrò in Polizia nel 1955 e fu assegnato alla Questura di Bolzano. Prestò servizio nelle Questure di Avellino, Benevento, Potenza e Napoli. Per otto anni diresse il Commissariato di Giugliano (NA), dove si distinse nella lotta alla camorra e alla delinquenza organizzata. Nel 1981, nominato dirigente della Squadra mobile di Napoli, venne impegnato in rischiose operazioni di Polizia giudiziaria contro la delinquenza politica e comune.

Ucciso il 15 luglio 1982. Insignito della medaglia d'oro al valor civile "alla memoria", il 10 maggio 1983. Il 21 aprile 2010 gli viene concessa l'onorificenza di "vittima del terrorismo" «per gli alti valori morali espressi nell'attività prestata presso l'Amministrazione di appartenenza nell'evento occorso in Napoli il 15 luglio 1982 quando rimase ucciso in un attentato rivendicato dalle Brigate rosse».

L'agguato a Antonio Ammaturo e Pasquale Paola