Ministero dei beni e delle attivita' culturali e del turismo-Direzione generale archivi

 
Servizio Archivistico Nazionale
 

Rete degli archivi 'per non dimenticare'

 
cerca nel portale
 

Archivio di Stato di Viterbo

 
 

L'Archivio di Stato di Viterbo è stato il primo tra gli Archivi di Stato ad aderire al progetto della Rete degli archivi per non dimenticare, sostenendone le attività e collaborando in concreto alla realizzazione degli obiettivi della Rete. Istituito come Sezione nel 1959, è divenuto Archivio di Stato nel 1963. Dopo aver ricevuto dall'Archivio di Stato Roma, nei primi anni di vita, il materiale d'archivio di competenza a suo tempo era stato versato in quell'istituto, ha successivamente acquisito gli archivi di uffici statali e di enti pubblici con sede nell'attuale provincia, costituita nel 1927 con territori staccati dalla provincia di Roma. Conserva anche archivi di uffici situati in località ora appartenenti a province limitrofe, ma che nel periodo pontificio facevano parte della delegazione apostolica di Viterbo. L'Archivio di Stato, oltre alla documentazione statale pre-unitaria, a partire dal Medioevo conserva gli archivi notarili anteriori agli ultimi cento anni e gli archivi delle corporazioni religiose che, soppressi, ebbero i beni confiscati dallo Stato. A questa documentazione si aggiungono tutti i documenti degli uffici giudiziari e amministrativi relativi a pratiche esaurite da oltre quaranta anni e alcuni archivi privati di famiglie o imprese, particolarmente radicate nel territorio.

 

Link Partner