Ministero per i Beni e le Attivita' Culturali-Direzione generale archivi

 
Servizio Archivistico Nazionale
 

Rete degli archivi 'per non dimenticare'

 
cerca nel portale
 

Omicidio di Lucio Terminiello, 24 marzo 1974

Il 24 marzo 1974, a Milano, un esponente di spicco della destra extraparlamentare milanese uccise al parco Lambro l'impiegato di banca Lucio Terminiello, ritenendolo un agente di polizia in borghese. L'extraparlamentare era da poco evaso e intendeva compiere - come poi fece - attentati e altri fatti criminosi. Sarebbe stato successivamente implicato anche nelle indagini sulla strage di piazza della Loggia a Brescia del maggio 1974. L'omicidio del Terminiello - pur se frutto di un errore di persona - fu dunque compiuto dal neofascista per eludere le investigazioni delle forze dell'ordine e poter realizzare i progetti eversivi del gruppo estremista di cui faceva parte.